martedì, agosto 29, 2006
Freegan/Val di Mello
Oggi vi propongo la lettura di un articolo sul movimento dei freegan, tratto dal sito www.ecoblog.it.

Li si vede a notte fonda rovistare nella spazzatura, in cerca di cibo. Non sono barboni, hanno un alto senso civico, credono nei valori sociali della condivisione, sono preoccupati per lo stato dell'ambiente e fanno qualcosa per salvare il Pianeta. Sono i freegan (free + vegan) che hanno deciso di recuperare dagli scarti del sistema quello che basta loro per vivere. Sono vegani e contestano il sistema. Non solo quello delle multinazionali che sfruttano i lavoratori, la terra e che bombardano la gente di pubblicità, no, loro contestano proprio tutto il sistema dello scambio economico e hanno adottato uno stile di vita che ne denuncia apertamente gli sprechi e che tenta di soddisfare i bisogni fondamentali dell'uomo in modo sociale, non economico.

Per cominciare aggiustano tutto quel che trovano (bici, vestiti, mobili,...) e se lo scambiano senza chiedere soldi in cambio. Raccolgono anche quanto di commestibile cresce nei parchi urbani e talvolta si fanno dei piccoli orti. Abitano in case abbandonate, che ristrutturano da soli, cercano di lavorare il minimo necessario a comprarsi quello che non trovano in giro.

Nel loro sito c'è una gallery fotografica delle loro spedizioni notturne in cerca di cibo. Dicono che un ottimo punto di raccolta sono i cassonetti dei supermercati, dove si trova un sacco di roba perfettamente conservata. Danno anche consigli sulle muffe veramente pericolose e da evitare e sugli eventi di condivisione organizzati.

» Il sito dei freegan (in inglese)
» In Italia c'e' il Last Minute Market

Sullo stesso sito è segnalato un appello dalla Val di Mello, dove è in agguato la minaccia della costruzione di 2 grandi centrali idroelettriche con conseguente prosciugamento di tutte le sue fonti. E' iniziata una raccolta firme per l'opposizione a questo progetto e cliccando qui è possibile firmare la petizione!

 
posted by Daniele at 1:05 PM | Permalink |


5 Comments:


  • At 2:31 PM, Anonymous Anonimo

    http://freegan.info/PublicImages/index.php?id=222&cat=

    andare a prendere pezzi di pizza già smangiucchiati mi pare esagerato.

     
  • At 3:18 PM, Blogger Daniele

    L'ho vista pure io quella foto... in effetti mi farebbe abbastanza senso... O_o

     
  • At 4:36 PM, Blogger Daniele

    Cmq, ho pensato che magari quella foto potesse essere semplicemente una "denuncia" contro la nostra società degli sprechi... poi insomma se decidono di mangiare gli scarti di pizza già mangiucchiati liberissimi di farlo!^_^

     
  • At 10:02 AM, Blogger beavegan

    vedrò di guardare meglio il sito con l'aiuto dell'inglese di Chris ^__^"... a me l'idea affascina molto anche se schizzinosa come sono sarebbe un po' difficile..Magari ci sono modi più soft di fare questa cosa? Fare come food no bombs e farsi dare gli avanzi dai negozi o dai mercati? Io lo faccio già per i miei topotti e funziona molto bene :O) Figuratevi che a volte alcune cose le mangiamo io e Chris.. Per esempio:
    frutta: i topi ne possono mangiare poca quindi noi la puliamo togliamo la parte brutta e facciamo frullati
    pomodori:ai topi non fanno impazzire quindi spesso ci facciamo noi il sugetto per la pasta
    ieri abbiamo rubato dalla cassetta di avanzi per i topi; un peperone praticamnente sano e una zucchina solo un pochino incisa per sbaglio (nei negozi appena la frutta e la verdura non sono più bellessime non riescono più a venderle) per fare il ripieno della torta salata con l'okara..

    Muuu
    bea

     
  • At 10:26 AM, Blogger Daniele

    Bea, se riuscite anche a tradurre qualcosa di significativo ve ne saremmo grati... ^_^ Cmq, quello che fate voi è già tanto... ed è anche significativo di come funzionano le cose.

    Ciao