giovedì, febbraio 22, 2007
M'illumino di meno, non di ENI
Ancora su "M'illumino di meno", leggo questa notizia sul sito di Marcello!

Speriamo meglio per l'anno prossimo...
La rete di Lilliput ha apppoggiato e promosso con decisione le iniziative del 16 febbraio in occasione di "M'illumino di meno", la campagna lanciata da Caterpillar per la terza giornata per il risparmio energetico, ma condanna duramente la sponsorizzazione di ENI dell'iniziativa. L’ENI è una delle più grandi multinazionali del settore petrolifero, e si è distinta negli ultimi anni per la propria partecipazione in molte delle operazioni più controverse, a livello internazionale, riguardanti l’estrazione di gas e petrolio. E’ quasi impossibile anche solo elencare gli impatti negativi sulle popolazioni locali e le responsabilità dell’ENI a livello internazionale. Impatti ambientali, come nel caso dell’oleodotto OCP che attraversa la foresta amazzonica ecuadoriana. Impatti sociali, come nell’oleodotto BTC, che ha causato lo spostamento forzato di decine di migliaia di contadini.

Continua a leggere sul sito di Rete Lilliput

 
posted by Daniele at 9:10 AM | Permalink |


2 Comments:


  • At 2:06 PM, Blogger Vera

    :)

    Ciaoooooo!!!

     
  • At 2:12 PM, Anonymous Franz

    Non e' la prima volta che Caterpillar si scontra con le esigenze commerciali di una radio che, benche' pubblica, si alimenta principalmente di inserzioni pubblicitarie. Credo che la squadra della gloriosa trasmissione non sia affatto insensibile al problema e credo che la scelta di ENI, nelle loro intenzioni, sia stata uno dei migliori compromessi possibili, barattata con una congrua dose di messaggi pro-metano da autotrazione (fra l'altro appoggiati in diretta telefonica dallo stesso amministratore delegato di ENI). Questo senza nulla togliere al giudizio di condanna per le porcherie globali, che meritoriamente hai pubblicato.
    Ciao!