venerdì, aprile 27, 2007
Pasta Brisè
Negli ultimi tempi, tutti (o quasi) i venerdì in casa nostra è diventata consuetudine la preparazione, per cena, di un tortino di pasta brisè con ripieni diversi di volta in volta.

Diciamo che l'autoproduzione casalinga della pasta brisè è stato un buon compromesso tra l'autoproduzione della pasta sfoglia (decisamente complessa) e l'acquisto della pasta sfoglia surgelata (decisamente non in linea con un ideale di decrescita).

La maggior parte delle ricette che si trovano in rete (basta fare una veloce ricerca con un qualsiasi motore di ricerca) prevedono l'utilizzo, fra gli altri ingredienti (acqua, farina, sale), della margarina. Il procedimento è abbastanza sempice e prevede appunto di mescolare velocemente la farina con la margarina e poi aggiungere l'acqua fino ad ottenere un panetto di consistenza piuttosto morbida, che poi va fatto riposare una mezzoretta prima di essere infornato.

Non posso certo definirmi un salutista, ma la margarina (al di là della questione dei grassi idrogenati o meno) non è decisamente salutare, quindi dopo aver provato a fare la pasta brisè un paio di volte con la margarina ho deciso di sostituirla con un più salutare olio extravergine d'oliva (direttamente da Altofonte in provincia di Palermo). Sicuramente è stato un passo avanti non solo in direzione "salutistica" ma anche in direzione della decrescita, ovvero del minor impatto ambientale della "mia" pasta brisè. Purtroppo non sono in grado di darvi una ricetta precisa della pasta brisè che autoproduciamo, ma in linea di massima utilizziamo 300 grammi di farina 0 + olio- sale- acqua quanto basta. ;)

Dopo aver fatto riposare il panetto, lo si può stendere, riempire con quel che si vuole (preferibilmente "roba" vegan) e poi mettere in forno a 180° per una mezzoretta circa (anche lì bisogna andare un pò "ad occhio"). Per quanto riguarda il ripieno, ne abbiamo sperimentati parecchi: cavolo bianco + curcuma, patate e carciofi, patate e finocchi, patate e porri. Questa sera invece il ripieno sarà costituito da una "padellata" di peperoni e tofu!
 
posted by Daniele at 12:00 PM | Permalink |


2 Comments:


  • At 7:10 PM, Blogger Vera

    AAAAAHHH Daniele cuocoooooo!!! :P

     
  • At 11:11 PM, Blogger Riccardo

    Devo provare a farla... se viene bene mi basta comperare un forno ed è fatta!!!